La Polizia Postale ti chiede una multa da 100 Euro? E’ un Virus!

virus-polizia-postale

Sul pc vi è comparsa una schermata con il logo della Polizia Postale, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza o un’altra forza dell’ordine che vi chiede una multa da 100 Euro? Non temete è solo un fastidioso Virus!

Infatti un virus-truffa, che usando i simboli, ovviamente falsi, dei principali organi di Polizia, Guardia di Finanza, Carabinieri, ma soprattutto Polizia Postale, sta creando allarme tra i navigatori del web che si ritrovano impauriti davanti a queste schermate.

Un virus informatico subdolo e che sta creando allarmismo. Accade che quando un utente entra in internet, naviga o accede al pc, all’improvviso, si apra una schermata, una finestra pop-up, con un avviso a nome di un organo di Polizia, ultimamente la Postale, relativa a presunte attività illegali commesse dal proprietario del computer e la richiesta di un pagamento di una multa di 100 euro, da espletare per via elettronica, per il ripristino dell’intero sistema operativo. La finestra, infatti, blocca interamente il pc. Non si riesce più a fare nulla, anche perché va a occupare tutto lo schermo».

La cifra, che, a seconda della tipologia di virus, varia, come varie sono le procedure di pagamento, viene richiesta anche per evitare di incorrere in una vera e propria denuncia penale. «La finta schermata della Forza di Polizia interessata – spiegano alla Postale – dice all’utente che è entrato in web-pagine contenenti pornografia non lecita e che ha svolto anche attività terroristica attraverso l’invio di mail. Da qui la richiesta di una multa da pagare. Sulla schermata, ovviamente falsa e di nessun organo di Polizia, le coordinate per effettuare il pagamento. Vogliamo tranquillizzare i cittadini del fatto che si tratta di un virus e che la Polizia postale, come anche altre Forze dell’Ordine, non richiede soldi o fa multe via internet; semmai, quando è necessario, denuncia l’utente trovato a non rispettare la legge. La schermata è assolutamente falsa».

A determinare il problema, un virus informatico, della categoria ‘ransomware’ (prezzo del riscatto), che si diffonde tramite mail con allegati, durante la navigazione su siti non protetti e attraverso attività non sicure in alcuni social network. La schermata che appare, nel caso della Postale, riporta fedelmente i loghi, fasulli, della Polizia di Stato e del Cnaipic (Centro nazionale anticrimine Informatico per la protezione delle infrastrutture critiche), l’ufficio di Polizia che si occupa della prevenzione e della repressione dei crimini informatici. Poi, sotto, la dicitura, non in perfetto italiano (qui sistemato): “E’ stata rivelata un’attività illegale. Il sistema operativo è stato bloccato per una violazione delle leggi della Repubblica Italiana! E’ stata fissata la seguente violazione: dal tuo indirizzo IP è stato eseguito un accesso alle web-pagine contenenti pornografia, pornografia minorile, zoofilia, nonché violenza minorile. Nel tuo computer sono stati trovati video-file contenenti pornografia, elementi di violenza e pornografia minorile”. E poi ancora: “dalla posta elettronica è stata effettuata anche la distribuzione dello spam con un senso recondito terroristico. Il bloccaggio del computer serve per troncare l’attività illegale”. E, infine, la truffa: “per togliere il bloccaggio devi pagare una multa di 100 euro” e, quindi, le modalità di pagamento.

Come fare, quindi, a eliminare il virus e come comportarsi? Innanzitutto occorre evitare di cliccare su eventuali link riportati nella pagina, aggiornare il proprio antivirus e, nel caso questa procedura, non fosse possibile, è consigliabile contattare un tecnico informatico. A volte è sufficiente spegnere e riavviare il pc, dando poi il via a una scansione. Al riavvio del computer, meglio se internet è scollegato. Cercando in rete si trovano numerose soluzioni proposte consigliate però a chi ha una certa dimistichezza con il mondo informatico.

Una cosa però è certa: non si deve pagare nulla di quanto previsto nella schermata. (Fonte: Varie nel Web)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...